eventi


CARTA DELL'ERBORISTERIA - IL FASCINO RITROVATO DELLE STAMPE ANTICHE

descrizione:

Le stampe antiche sono state rivenute nella sede dell’ERSA di Gorizia, si tratta di un erbario vivo di 90 piante spontanee aromatiche, medicinali e alimentari di grande valore scientifico e culturale.

Presentate alle autorità ed alla cittadinanza, il giorno 30 settembre  2020, dal Direttore Generale ERSA dott. Andrea Comacchio e dalla dirigente amministrativa di ERSA dott.ssa Paola Coccolo, protagonista del recente e prezioso ritrovamento.

Ha fatto seguito l’intervento del dott. Duilio Contin, direttore della Bibliotheca Antiqua Aboca di Sansepolcro, sul valore e sul significato delle stampe: “Si tratta di un ritrovamento prezioso per la loro rarità e l’ottimo stato di conservazione".

L’assessore regionale alle Risorse agroalimentari, Stefano Zannier  ha sottolineato che “Il ritrovamento delle tre stampe della Carta dell’erboristeria racchiude un grande valore scientifico e culturale ed è importante per la memoria storica di un ente che, dalla fondazione, ha fatto della divulgazione e della didattica la sua missione. Ma è anche l’occasione dalla quale muoverà il progetto di digitalizzazione del patrimonio librario storico di Ersa, già archiviato, e che metterà a disposizione di cittadini, storici e ricercatori pezzi rari e fondamentali per ricostruire l’evoluzione dell’agricoltura, imprescindibile strumento culturale”.

Copie delle stampe della Carta dell’erboristeria sono state donate alla direttrice della Fondazione Coronini Cristina Bragaglia e al Comune di Gorizia, rappresentato dall’assessore alla Cultura e turismo Fabrizio Oreti.

 

 

 VIDEO DELL'EVENTO DEL 30 settembre 2020 

quando:

mercoledì 30 settembre 2020

dove:

GORIZIA


presentazione della Carta dell'erboristeria (30 settembre 2020)